Home | Artisti | News | Links

Perilli Achille
(1927)

È uno dei maggiori artisti dell'astrattismo italiano del dopoguerra. Partecipa alla costituzione del Gruppo Arte Sociale (GAS), del gruppo Forma 1 (1947) e aderisce al Movimento Arte Concreta (MAC). È tra i più convinti sostenitori di una linea di ricerca italiana volta all’astrattismo e all’indagine dello spazio. Il suo linguaggio si compone di linee e forme di colori accesi che determinano lo spazio, ma che attraverso incongruenze prospettiche lo mettono in discussione. Perilli si è impegnato anche nella divulgazione dell’arte italiana tramite riviste e seminari, collaborando spesso con altri artisti. Negli anni Cinquanta avvia con Dorazio e Guerrini la libreria-galleria Age d’Or che, attirando l’attenzione di Lucio Fontana, procura loro la collaborazione con la Triennale. È co-fondatore delle riviste «Grammatica» e «L'esperienza moderna»; sulla rivista «Retina» pubblica il Manifesto della Folle Immagine nello Spazio Immaginario. Numerose sono le esposizioni internazionali a lui dedicate. Negli anni Novanta inizia progetto La Librericciuola (1991-2004), una serie di volumi con immagini e altri codici visivi liberamente associati a poesie, spartiti e architetture.

Titolo: Age d'Or, Anno: 1994
Tecnica: Acquaforte Acquatinta
Dimensioni: 24 x 16 cm
Numerazione: 91/100
Note: Firma
Certificato di provenienza
Rif. PER001
 



 
Titolo: Semantia, Anno: 1980
Tecnica: Acquaforte Acquatinta
Dimensioni: 50 x 70 cm
Numerazione: 94/100
Note: Firma
Certificato di autenticità
Rif. PER002
 




 

    Nome e Cognome

    Email


    Messaggio

    Rif. opera