Home | Artisti | News | Links

Dova Gianni
(1925-1991)

Frequenta l'Accademia di Brera e gli artisti affini al periodico Corrente, Guttuso, Vedova, Birolli, Morlotti, Cassinari, Migneco, con cui condivide il manifesto del Realismo Oltre Guernica. Pochi anni dopo aderisce allo Spazialismo di Fontana e alla pittura nucleare di Enrico Baj e Sergio Dangelo. Nei dipinti degli esordi fonde reminescenze formali surrealiste, Picasso ed Ernst, ad una tecnica ricca di corposità materiche. Con l'adesione allo Spazialismo si orienta verso opere informali, talvolta realizzate utilizzando il dripping. Nell'ultima parte del suo lavoro sviluppa un linguaggio popolato da creature surreali e luoghi misteriosi sospesi tra il reale e l'immaginario.

Titolo: s.t., Anno: 1980 ca.
Tecnica: Acquatinta Acquaforte
Dimensioni: 70 x 50 cm
Numerazione: 2/5.
Note: Firma, Timbro a secco
Certificato di autenticità
Rif. DOV001
 



 

    Nome e Cognome

    Email


    Messaggio

    Rif. opera