Home | Artisti | News | Links

Baj Enrico
(1924-2003)

È uno dei maggiori protagonisti delle avanguardie artistiche del dopoguerra. Nel 1951, dopo la laurea in Legge, frequenta l’Accademia di Brera, si interessa al Surrealismo, l’Art Brut, lo Spazialismo e l’Action painting, fonda con Sergio Dangelo e Joe Cesare Colombo il movimento Arte Nucleare, a cui si uniscono successivamente Dova, Crippa, Tullier e Bertini. Nelle sue opere nucleari è forte il riferimento alle teorie dell’atomo e l’utilizzo di diverse tecniche come il flottage, il tachisme e l’acqua pesante. Nel 1954 dal suo incontro con Asger Jorn del gruppo Cobra nasce il Movimento Internazionale per una Bauhaus Immaginista e nel 1963 promuove l'Institutum Pataphysicum Mediolanense. Erede dello spirito surreal-dadaista, sperimenta tecniche, materiali e soluzioni stilistiche inedite; dalla combinazione di materiali da tappezzeria e decorazioni militari, nascono le serie dei Generali e delle Dame, dai pomelli e maniglie la serie Mobili in stile,da frammenti di vetro e pittura la serie Specchi, dai rifacimenti di dipinti famosi i d’Après. Il collage è tra le tecniche più utilizzate, il suo linguaggio si muove tra astrazione e figurazione, tra realismo e surrealismo, tra ironia e critica sociale. Frequenta intensamente gli ambienti d’avanguardia milanesi degli anni Cinquanta e Sessanta, conosce Fontana, Max Ernst, Marcel Duchamp e nel 1956 Manzoni, Klein ed altri artisti del Nouveau Réalisme. Negli anni Settanta realizza opere di denuncia sociale di grande formato I funerali dell'anarchico Pinelli, Nixon parade e L'Apocalisse. Negli anni Ottanta e Novanta crea nuove serie di opere come Epater le robot, Manichini, Metamorfosi e metafore, Mitologia del Kitsch, Il giardino delle delizie, Maschere tribali, Feltri e Totem. Le sue creazioni sono sempre pervase di ironia e satira contro tutte le forme di aggressività e prevaricazione. Una cospicua parte della sua produzione è costituita da libri d'artista e stampe originali. Ha esposto nei maggiori musei e gallerie del mondo.

Titolo: s.t.; Anno: 1985
Tecnica: Litografia
Dimensioni: 89 x 65 cm
Note: Timbro a secco
Certificato di autenticità
Rif. BAJ001
 



 
Titolo: L'arpa di Arp; Anno: 1970
Tecnica: Acquaforte su carta adesiva
Dimensioni: 50 x 70 cm
Numerazione: 43/50
Note: Firma
Certificato di autenticità
Rif. BAJ002
 




 

    Nome e Cognome

    Email


    Messaggio

    Rif. opera